La capacità di un’asciugatrice: quanti chili di bucato inserire per un risultato ottimale

Il primo passo verso un utilizzo corretto di un’asciugatrice è caricarla nel modo più ottimale. Per gli utenti non avvezzi all’utilizzo di questo tipo di elettrodomestici per l’asciugatura del bucato, probabilmente, sembrerà un processo semplice: si riempie il cestello ed il gioco è fatto. Purtroppo non è così semplice utilizzare correttamente le nostre fidate alleate per l’asciugatura del bucato: ci sono alcuni utilizzi errati che potrebbero addirittura portare all’usura precoce della macchina, malfunzionamenti, guasti e molti altri spiacevoli eventi. Nella guida di oggi vi diremo tutto ciò che c’è da sapere per sfruttare al meglio la capacità di un’asciugatrice elettrica: parleremo del carico, della separazione dei capi e di qualche consiglio pratico.

Introduzione: la capacità di carico di un’asciugatrice

Le asciugatrici vengono vendute con una capacità di carico stampata sia sul prodotto che sulla confezione. La capacità di carico di un’asciugatrice dipende, ovviamente, dalla grandezza dell’elettrodomestico il quale deve avere un volume interno sufficientemente grande da poter ospitare capi di abbigliamento per un volume pari alla capacità indicata. 

Tuttavia la capacità indicata di un’asciugatrice, in alcuni casi, non è al cento per cento veritiera: in alcuni casi la capacità viene “esagerata” così da poter arrotondare la cifra da posizionare sui volantini pubblicitari e simili. Per questo motivo ci sentiamo di consigliarvi di non riempire mai completamente il cestello di un’asciugatrice. Ed è anche questo il motivo per cui abbiamo deciso di scrivere questa guida: spesso ci si trova in dubbio su quanto e come caricare un’asciugatrice perchè, rispettando la capienza segnalata sul prodotto o sulla confezione, il cestello risulta stracolmo e quasi difficile da richiudere.

Nelle prossime sezioni della guida vi diremo i nostri consigli pratici per riempire in modo ottimale un’asciugatrice, buona lettura!

Prima di tutto: assicurarsi che i capi possano essere usati in asciugatrice

E’ molto importante preservare i propri capi ponendo la massima attenzione alle indicazioni scritte sull’etichetta. La maggior parte dei tessuti più utilizzati possono essere asciugati nell’elettrodomestico protagonista  della nostra guida odierna, tuttavia esistono alcuni casi in cui l’asciugatrice può danneggiare il capo. Individuare un capo inadatto all’asciugatrice è molto semplice: se sull’etichetta è presente un disegno stilizzato di un’asciugatrice con una X sopra, allora il prodotto non può essere messo in asciugatrice.

Svuota le tasche!

Per prevenire qualsiasi danno all’asciugatrice esiste una semplice regola che, purtroppo, la maggior parte degli utenti ignora fino a quando è troppo tardi. Svuotare le tasche dei vestiti è molto importante: fazzoletti, monetine, piccoli residui di plastica e molti altri ospiti indesiderati nell’asciugatrice possono comportare gravi danni alle componenti interne della macchina. In particolare, tutti gli elettrodomestici adibiti al lavaggio del bucato, sono dotati di un filtro che ha lo scopo di prevenire l’immissione di piccoli corpi estranei nelle componenti interne dell’elettrodomestico. Tuttavia il filtro non è un muro impenetrabile e, con il tempo, piccoli residui di carta, plastica e quant’altro possono accumularsi su di esso, negando il passaggio dell’acqua e rendendo impossibile l’uso dell’elettrodomestico.

Non riempire troppo il cestello

Il sovraccarico del cestello è un errore comune nell’utilizzo delle asciugatrici. La maggior parte degli utenti, magari abituata ad utilizzare lavatrici e lavastoviglie, sono abituati a riempire al cento per cento l’elettrodomestico così da effettuare meno lavaggi e consumare meno corrente elettrica. Tuttavia le asciugatrici sono relativamente delicate: caricare troppo il cestello può portare diversi svantaggi, alcuni anche molto gravi. Vediamo quali sono le motivazioni per cui vi sconsigliamo di riempire al cento per cento il cestello.

Asciugatura incompleta: le asciugatrici sfruttano la rotazione ad alte velocità e l’aria calda per asciugare i capi di abbigliamento che vengono riposti al loro interno. Riempire troppo il cestello significa dare meno possibilità all’aria di asciugare i capi che rimangono “schiacciati” in mezzo agli altri. Di conseguenza si potrebbe avere un’asciugatura incompleta che potrebbe portarci a dover utilizzare una seconda volta l’elettrodomestico. Come avrete sicuramente intuito: per risparmiare si ottiene l’effetto opposto.

Danneggiamento del cestello: il cestello può essere danneggiato da un carico eccessivo, specialmente a lungo termine. Come abbiamo già detto in precedenza la rotazione è una parte fondamentale dell’asciugatura. La centrifuga avviene grazie alla rotazione del cestello: se il cestello dovesse essere troppo carico, allora il punto in cui questa componente è ancorata verrebbe sottoposto ad uno stress eccessivo. A lungo termine questo comporta danni a volte irreparabili alla parte più importante dell’elettrodomestico.

Quindi, prese in considerazione queste due motivazioni che vi abbiamo appena spiegato: consigliamo vivamente di caricare il cestello per metà della sua capienza massima o poco più. In questo modo ci si assicura un’asciugatura perfetta e si eliminano tutti i rischi di usura precoce.

Con quest’ultimo consiglio possiamo avviarci verso la conclusione della nostra guida completa all’utilizzo corretto delle asciugatrici. Speriamo che il nostro breve articolo vi sia stato utile, vi ricordiamo che nel nostro blog potrete trovare moltissime altre guide, recensioni, consigli ed informazioni utili sul mondo delle asciugatrici.

Nel mio studio grafico, mi occupo di: grafica pubblicitaria con soluzioni eco-sostenibili, web design, grafica per eventi, grafica per il web e la stampa, ed illustrazione. Inoltre, da tempo collaboro con aziende e case editrici per la redazione di articoli e contenuti multimediali.
Arte, lettura, illustrazione e fotografia… per lavoro e per passione!

Back to top
menu
asciugatricitop.it